Brassia Edvah Loo ‘rio Parnasso’

Nella foto in evidenza: Brassia Edvah Loo ‘rio Parnasso’ in fiore 04.10.2016.

003 Nella foto a sinistra: Brassia Edvah Loo ‘rio Parnasso’

Il genere Brassia, noto anche come orchidea ragno, produce fioriture fra le più appariscenti ed esotiche che si possono vedere in coltivazione. Da punta a punta, alcuni ibridi possono avere fiori che superano i 15 cm. Le varie specie provengono dai paesi tropicali sudamericani, la maggior parte desidera temperature calde e intermedie, con abbondante luce filtrata.
Anche questo genere ha subito numerose riclassificazioni. Delle numerosissime specie che un tempo erano incluse nel genere Brassia, oggi ne rimangono solo qualche decina, il resto è stato spostao nel genere Oncidium.
Sia le specie che gli ibridi discendenti dal genere Brassia, fioriscono nei mesi estivi quando la maggior parte delle orchidee stanno riprendendo la loro crescita.
E’ abbastanza facile coltivare le Brassia, basta rispettare alcune loro esigenze fondamentali che sono:
1) – Ambiente a temperature caldo/intermedie e moderata umidità.
2) – Breve asciugatura tra un’annaffiatura e l’altra, escluso il periodo di fioritura e di vegetazione, quando si consiglia di tenere sempre umido il substrato.
3) – Leggero riposo dopo la fioritura e fertilizzare solo quando si vede una nuova vegetazione spuntare dalla base della pianta.
Esistono molti incroci con genitori appartenenti al genere Brassia: ad esempio, Miltoniopsis per creare Miltassia, Oncidium creare Brassidium. Gli ibridi intergenerici sono di solito più facili da coltivare.

002 Sono stati ottenuti ottimi risultati anche con incroci fra specie dello stesso genere, uno di questi è senza dubbio Brassia Edvah Loo (foto a sinistra).
Di questo ibrido sono stati registrati vari cloni che hanno ottenuto anche premi AOS.

Brassia Edvah Loo è un ibrido primario tra Brassia longissima e Brassia gireoudiana. I suoi fiori sono intensamente profumati soprattutto nelle ore calde e soleggiate, emanano un dolce aroma, che sa di miele, vaniglia ed essenze esotiche del magico Gipango.
Pianta rifiorente da coltivare in vasi capienti, luce filtrata e clima da serra intermedia.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.