Una Masdevallia da premio

Acquistata a Padova da G.& C.I. quella piccola piantina con qualche fiore, prese la strada di Treviso… quasi una sfida per i nostri orchidofili.

… il tempo passa, tutto scorre – scrisse Eraclito – ed anche la Masdevallia, accudita amorevolmente da Gabriella (aspetto le ire funeste di C.I.) è cresciuta senza clamore, ora ha deciso di stupire tutti con questa poderosa fioritura.
Aleggiava già nell’aria la notizia di qualche cosa di sensazionale e ieri, Domenica, son stati a farmi visita, Carlo e Gabriella in compagnia di Giovanni, il “Senatore da Feltre” … casualmente si son presentati con questa splendida, leggiadra ed autunnale Masdevallia in fiore.



Le foto colgono tutta la felicità e l’orgoglio di Gabriella mentre mostra la sua Masdevallia in fiore, protetta amorevolmente da Giovanni… che sembra voler dire in dialetto Feltrino ” hatu vist che te si stata pi brava dei to maestri”😆
Complimenti a nome di Orchids Clb Italia, a Gabriella ed anche a Carlo Ivano per il supporto morale 😉

A proposito, qualche appassionato visitatore del blog conosce il nome di questo clone?
Visto che ci siamo, vediamo se indovinate su che oggetto poggia il vaso della pianta?

19 pensieri su “Una Masdevallia da premio

  1. Ci uniamo al coro di tutti per complimentarci con voi cari Gabriella e Carlo Ivano la vostra Masdevallia è da primato!!!. Arrivederci a presto.

  2. Sono contentissima per Gabriella, ma la sua splendida Masdevallia mi fa venire in mente quella che mi è morta questa estate… a causa delle mie ferie!
    Devo dire che non è una delle orchidee più facili da tenere. Ne avevo acquistata una a Pordenone, e per riuscire a farla ambientare da me avevo dovuto spostarla due volte, prima di trovare la giusta collocazione.
    Ma con soddisfazione prima dell’estate stava proprio bene. Produceva continuamente nuove foglie, ed anche se i fiori erano in là da venire, godevo della sua salute.
    Purtroppo sono partita per dieci giorni di ferie, ad agosto, lasciando a mia sorella il compito di bagnare le mie orchidee. Non vi racconto la dovizia di spiegazioni che le avevo lasciato sulle quantità e le modalità 🙂
    Quando sono tornata a casa ho trovato le mie piante… affogate all’ultimo minuto.
    Credo che mia sorella si sia semplicemente scordata di bagnarle e il giorno del mio ritorno, o quello prima, le abbia riempite d’acqua fino allo spasimo.
    Conclusione: le più rustiche sono sopravvissute senza problemi, ma la Masdevallia ci ha lasciato le penne (o le foglie!! ) 🙂
    Conservo ancora il cartellino della mia povera piantina…

  3. Carlo Ivano sei spassosissimo !!!!!!
    Io non sono capace di scrivere il vs. dialetto ma lo capisco benissimo e mi sono “scompisciato” dalle risate.
    Povero Guido’ quando lo incontrerai, non vorrei essere nei suoi panni( si scherza!!), ma vorrei essere li con voi e purtroppo non posso. Divertitevi anche per me.
    Cordialmente, sempre.
    Vincenzo.

  4. Che bella Masdevallia…complimenti vivissimi alla coltivatrice che ringrazio per le sue bellissime foto.
    Non ho mai visto un così grande cespo di masdevallia in coltivazione, tantissimi fiori fiammati(sembra che l’orchidea vadi in fuoco lol).

  5. Tanti auguri Maya e tante bellissime orchidee!!!
    E desso ghe digo dò paroe a VIDO.
    Vecio tacabrighe, garia preferio che te me a gavessi dedicada a MI visto che queo che se fa chealtra metà del cueo par tegner ben e piante son MI!!!
    Ma savemo de che piè te va soto e tute e scuse e xe bone par farghe e beine ae bee tose!!!
    Spero che a Rosetta, bonanema, che a te soporta da na vita a tire vanti a aver pasiensa con Ti.
    Par altro te scominsi a desmantegarte dei particoeari : i fiori dea orchidea, anca a sia picoea i xe pì de setànta.
    Preparate che domenega te parecio!!!
    C.I.
    No serve che teme rispondi o sò che te me vol ben.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.