Repetita iuvant

Nella foto in evidenza: Phragmipedium Fritz Schomburg (kovachii x besseae).

Quando le bugie hanno le gambe corte.
Un anno fa, così scriveva (leggi il link nel corsivo fra virgolette) un gran genio, riferendosi maliziosamente a me. Com’era la storia di Pinocchio che ad ogni bugia si allungava il naso?
Mai e poi mai, ma forse ad un pezzetto di carta” rilasciato “dall’unico giudice italiano internazionale! (così si legge in giro, ma non è vero… bugie sopra le bugie) è difficile resistere… chissà, mai e poi mai! Si vedrà presto.

In corsivo, testo pubblicato su Facebook da Graziano Grando, poi tolto dalla visione pubblica, non prima di essere stato divulgato sul web e archiviato fra i documenti di orchids.it

“Leggendo di mostre in giro per i blog, non posso non notare con quanta ipocrisia chi avendo migliaia di piante in serra e coltivando in centinaia di metri quadrati di per 35-40 anni, porti a concorso orchidee curate per molti anni, con la certezza di vincere medaglie su medaglie
togliendo magari a qualche giovane coltivatore la soddisfazione di vedere la propria pianta premiata. E come se un maestro di pugilato, combattesse con un ragazzino appena iscritto in palestra. Le belle piante si portano nelle mostre, ma fuori concorso quando si sa di non avere avversari alla pari ( caro re delle orch) tu che dai lezioni a tutti.
Per questo motivo ho deciso che non una sola delle mie piante parteciperanno mai e poi mai a qualsiasi concorso.
Graziano
Mercoledì 20 Maggio 2015”

Questa voce è stata pubblicata in Orchids e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Repetita iuvant

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.