Cymbidium visti da Rebecca Tyson Northen

Noi abbiamo sperimentato che quando le notti sono occasionalmente calde, riusciamo ad abbassare la temperatura di diversi gradi se mettiamo in azione il sistema di raffreddamento a evaporazione. Se, nella zona dove vivete, tale sistema non è sufficiente a ridurre la temperatura notturna, suggeriamo di usare un impianto di condizionamento. Impianti dì questo genere, di modeste proporzioni, sono sul mercato per uso domestico, per alberghi, eccetera; e dovrebbero servire al vostro scopo, in una serra piccola. Sono più costosi degli impianti di raffreddamento a evaporazione, e forse troppo, se la serra è grande. Per fornire la luminosità necessaria provvedete a dare un ombreggiamento più leggero di quello utilizzato normalmente per una serra da cattleya. Le temperature quindi tendono a diventare molto elevate. Benché le piante possano tollerare brevi periodi di temperature alte, prospereranno meglio se manterrete la temperatura sotto i 30 gradi per la maggior parte del tempo. Ciò è possibile con una buona ventilazione, con tutte le finestre di ventilazione aperte e se si è pronti a bagnare i passaggi tra i bancali e i bancali stessi e a nebulizzare le piante diverse volte al giorno. È molto più efficiente e più facile e più opportuno sia per il coltivatore che per le piante poter disporre di un impianto di condizionamento o di raffreddamento a evaporazione, o un sistema che si avvalga di un pannello e di un ventilatore o di docce che nebulizzino l’acqua e ventilatori che muovono attorno l’aria umida. Alcuni coltivatori che hanno le serre in regioni calde hanno avuto successo con i Cymbidium collocandoli all’aria aperta durante l’estate. All’aperto, le notti possono essere più fresche di qualche grado che nella serra e la più naturale e libera circolazione dell’aria può essere di giovamento. Le piante vengono collocate su letti di scorie o di ghiaia o su bassi ripiani in una capanna di cannicciato, o sotto una tettoia di canne o coperta con un telo di plastica scura o sotto un grande albero, che provvedano a fornire ombra nelle ore del mezzogiorno. I Cymbidium che sono coltivati all’aperto tutto l’anno sopportano il pieno sole dell’estate. Piante coltivate in serra quasi in pieno sole e che vengono trasportate all’aperto abbastanza presto, in modo da abituarsi per tempo e a diventare sufficientemente resistenti, possono anch’esse sopportare il forte sole estivo. Non vi è alcuna utilità, tuttavia, nel lasciare che il sole le bruci. Assicuratevi che ricevano acqua in abbondanza e trattatele contro il ragnetto rosso. Le piante devono essere rientrate prima del gelo.

Questa voce è stata pubblicata in Orchids. Contrassegna il permalink.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.