Cymbidium visti da Rebecca Tyson Northen

L’aggiunta di CO; è stata ampiamente fatta con piantine da seme e piante ottenute da colture di tessuto vegetale; ciò che si ottiene è una crescita più rapida, in modo da raggiungere la maturità assai prima del consueto. Un orticoltore afferma altresì che rafforza lo sviluppo di piantine di cattleya e di altri generi, ottenute da seme o attraverso la propagazione meristematica. Non si hanno tuttavia risultati controllati su piante adulte e sì ritiene, generalmente, che tale metodo sia di scarso beneficio. Esistono in commercio generatori di anidride carbonica fabbricati ad uso delle grandi serre: citiamo il Tecro! CO2. Generator fabbricato dalla Whirlpool Corporation e il HY-LO CO2, Producer distribuito negli Stati Uniti dalla Geo.J.Ball, Inc. Esiste anche un apparecchio di controllo, che serve a misurare la quantità di CO2, chiamato Dioxor Test Kit e che consiste di una provetta di vetro riempita di un prodotto chimico che muta di colore secondo il quantitativo di CO2 presente, colore che è confrontato su una corrispondente scala di valori. Sino ad oggi non sembra che siano stati messi in commercio apparecchi adatti a piccole serre, ma potrebbero esserlo nel prossimo futuro, se il metodo si mostrasse valido e vi fosse richiesta da parte anche dei dilettanti. Il miglior sistema per aggiungere CO2 all’aria di una serra piccola è probabilmente l’uso di una bombola pressurizzata, controllando la fuoriuscita con una valvola a pressione e utilizzando l’apparecchio di controllo per determinare la dose necessaria.
Secondo l’opinione di un orticoltore, una concentrazione di 1.000 parti per un milione di parti d’aria da buoni risultati. Un altro usa una concentrazione di i .200 parti per un milione di parti d’aria. Al di sotto di questi valori, l’aumento di sviluppo non è sensibile e il vantaggio non aumenta, se si utilizzano concentrazioni più alte. Concentrazioni eccessivamente alte possono essere dannose. Si dice che piante in serre dove si aggiunge CO2 all’aria richiedano maggiori dosi di fertilizzanti e sopportino temperature diurne più elevate.

Questa voce è stata pubblicata in Orchids. Contrassegna il permalink.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.